11 Febbraio: LIBERA ITALIA, LIBERI TUTTI. STOP FINI-GIOVANARDI!

Sarebbe davvero clamoroso scoprire che una legge, che da anni riempie le carceri italiane, è in realtà incostituzionale. Stiamo parlando della legge 49/2006 – la Fini-Giovanardi. La Corte Costituzionale deciderà il l’11 e il 12 febbraio, per la prima delle molte eccezioni di costituzionalità che sono state sollevate dai giudici di merito e dalla Corte di Cassazione. (qui-> liberItalia il materiale informativo)

LIBERAITALIAVogliamo denunciare la mostruosità di una norma che equipara le droghe leggere a quelle pesanti, e ha portato centoventimila arresti in sette anni. Le carceri italiane esplodono: dei sessantaseimila detenuti in sovrannumero, più di un terzo sono finiti dentro per reati connessi alla legge antidroga. Una volta dichiarata incostituzionale la legge, si dovrà modificare la normativa: era tra gli obiettivi della campagna referendaria “3 leggi per la giustizia e i diritti” che abbiamo sostenuto assieme all’associazione Antigone, alla Run e ai Giovani Democratici. Depenalizzando il consumo, riducendo l’impatto penale e destinando i tossicodipendenti a programmi alternativi. Non è tutto, ma per il momento non è per niente poco.

Il riconoscimento dell’illegittimità delle innovazioni introdotte dalla legge Fini – Giovanardi nel Testo unico sugli stupefacenti creerebbe le migliori condizioni per una revisione completa della legge e per una riforma della politica sulle droghe, come chiesto nell’appello dei giuristi lanciato dall’associazione La Società della Ragione. A fine febbraio a Genova si terrà una conferenza nazionale sulle droghe nel nome di Don Andrea Gallo, sarebbe utile nel frattempo aver archiviato gli otto anni della Fini – Giovanardi. Se sarà cosi, non si discuterà più del passato ma di una nuova politica, che peraltro si sta imponendo nel dibattito internazionale animato dalla Global Commission on Drugs Policy e dalle nuove politiche di depenalizzazione del consumo e di legalizzazione della cannabis che sono state avviate in Uruguay e negli stati nord-americani del Colorado e di Washington.

L’11 Febbraio lo diremo in ogni scuola e in ogni città, in assemblee, sit-in, volantinaggi:
#StopFiniGiovanardi
#LIBERAITALIA
#LIBERITUTTI

Annunci